5 cose che non puoi non sapere.

Sospesa o ad incasso, classica, moderna o contemporanea, la cappa aspirante è un elettrodomestico indispensabile, che va scelto con attenzione tenendo presente funzionalità ed estetica, ma anche facilità di utilizzo e installazione. Un vero e proprio must have per tutti coloro che vogliono cucinare in tranquillità, senza preoccuparsi che i cattivi odori invadano la stanza, o che il vapore possa espandersi a tutta la casa. Solitamente è l’ultimo elettrodomestico che si sceglie quando si acquista una cucina, ma vediamo ora 5 cose da sapere per non sbagliare.

Mela offre cappe moderne e di design.

Cosa prevede la legge:
la norma UNI 7129-2015 prevede che, se in cucina esiste già un condotto di evacuazione dei fumi dedicato, è obbligatorio installare una cappa aspirante quando è presente un piano cottura a gas. La norma non si riferisce a piano cottura ad induzione, tuttavia l’installazione di una cappa aspirante è assolutamente consigliata anche in questo caso. La caratteristica principale dell’induzione è che il calore non viene prodotto sotto il piano di appoggio in vetroceramica, ma sul fondo della pentola, trasmettendosi quindi in modo immediato ai cibi da cuocere. Si produce quindi molto vapore che stenta a salire verso la cappa e condensa sulle superfici (sedie, pareti, pensili e la stessa cappa). La cappa aiuterebbe notevolmente a limitare questo fenomeno e ad aspirare il vapore.

La cappa è essenziale, non solo in termini di sicurezza, ma anche per evitare il disperdersi di odori per la casa.

Niente installazione fai da te:
Il montaggio fai da te va assolutamente evitato. La norma 7129/08 – UNI 11278 prevede che vengano utilizzati solo materiali certificati CE metallici e plastici. Nel caso in cui si installasse una cappa su sistemi fumari preesistenti è necessario provvedere ad una nuova intubazione, non risultano però idonei tubi in PVC, spiralati zincati e inox. L’installazione di una cappa deve quindi essere effettuata da un tecnico qualificato previo sopralluogo e nel rispetto delle regole tecniche.
Un montaggio scorretto potrebbe disturbare il corretto funzionamento di eventuali caldaie o scaldabagni, causando rischi concreti per l’utente.

Tantissime tipologie dalla funzionalità all’estetica:
La cappa è fondamentale per garantire un ricambio d’aria e assorbire cattivi odori e vapore, cucinando in tutta tranquillità. Esistono tantissime tipologie di cappa a norma di legge:
cappa a tiraggio naturale, cappa aspirante elettrica, cappa filtrante elettrica, ma anche cappe aspiranti ad incasso, sospese o a isola per soddisfare tutte le esigenze di spazio, design e praticità. Si parla anche di cappe facili da usare e belle da vedere, oppure che sapessero anche nascondersi nei pensili diventando veri e propri complementi d’arredo che impreziosiscono la cucina.

Ogni piano ha la sua cappa!

Piano cottura: portata e dimensioni
È molto importante utilizzare cappe aspiranti di dimensioni e portata adeguate al piano cottura. La larghezza della cappa dovrà essere pari alla larghezza del piano cottura per evitare che i cattivi odori e i vapori sfuggano all’aspirazione. In mancanza di spazio, la potenza aspirante dovrà essere maggiore. Per utilizzare la cappa in maniera funzionale, basta tenere a mente due misure precise: 65 cm per l’altezza minima rispetto al piano e 90cm per indicare la distanza massima dal piano. Queste misure sono consigliate per un funzionamento ottimale per non vanificare la funzione della cappa aspirante.

Utilizzo e messa in servizio:
È sempre importante essere a conoscenza di tutte le informazioni riguardanti la zona cottura della nostra casa: il tipo di gas combustibile, le tipologie di elettrodomestici, la potenzialità degli apparecchi installati e la compatibilità tra l’apparecchio e l’impianto gas. È fondamentale ricordare che l’allacciamento degli apparecchi dell’impianto deve avvenire insieme alla messa in servizio dell’impianto. Se tra questi due procedimenti trascorrono più di 12 mesi, sarà necessario effettuare alcuni test e procedure per assicurare il corretto funzionamento degli apparecchi. Infine, un utilizzo corretto della cappa assicura risultati migliori. Sarà necessario accendere la cappa poco prima di iniziare a cucinare, impostando la giusta potenza, e lasciarla ancora accesa una volta finito di cucinare.